Il progetto


Obiettivo principale del progetto è stato quello di recuperare e conservare le ultime popolazioni native di trota mediterranea (Salmo macrostigma, indicata come Salmo cettii nella recente letteratura scientifica) in alcuni bacini fluviali della regione Marche. La trota mediterranea, unica trota originaria dell'Italia centro-meridionale, è infatti protetta dalla "Direttiva Habitat" in quanto considerata “specie vulnerabile” in Europa e specie “in pericolo di estinzione” in Italia.

Alle prime fasi di studio e monitoraggio sono seguite quindi azioni concrete volte ad arginare il declino delle popolazioni di trota macrostigma.

Le azioni di progetto hanno portato principalmente ai seguenti risultati:

  1. l'adeguamento di un impianto provinciale di acquacoltura per l'allevamento delle trote native previo screening genetico
  2. l’attività di reintroduzione e sostegno alle popolazioni naturali con esemplari mediterranei puri
  3. l’eradicazione delle trote aliene in corsi d'acqua strategici per la difesa delle popolazioni mediterranee
  4. la difesa dell'habitat della trota macrostigma attraverso la definizione di un metodo per il calcolo del deflusso minimo vitale idoneo alla sopravvivenza di questa specie
  5. l’aggiornamento del quadro normativo che regolamenta l'attività di pesca nelle zone SIC del progetto per adeguarlo alla conservazione di questo salmonide.

Le attività hanno inoltre visto il coinvolgimento della comunità locale di pescatori per aumentare la loro consapevolezza del problema e facilitare la loro accettazione di eventuali modifiche nella gestione della pesca. Infatti, le tematiche di conservazione riguardanti questo salmonide inserito nell’Appendice II della Direttiva Habitat 92/43 CE, si intrecciano strettamente con la gestione della risorsa idrica e con la pesca sportiva nelle acque interne.

Nike Zoom Kobe Shoes